HP – Incontro per valutare offerte onDemand

HP – Incontro per valutare offerte onDemand

hp

Approfittando delle opportunità nate dal VMworld 2008 a Cannes mentre visitavamo lo stand HP e parlavamo di storage e di blade system con i gentilissimi

  • Kyle Fitze – Director, Product Marketing Storage Area Networks StorageWorks Division
  • Barry Sinclair – Hp BladeSystem Platform Marketing Infrastructure Product Manager

abbiamo fatto una scalata di tutti i gradi commerciali di HP USA ed EMEA.

  • Shawn A. Wagner – WW Utility Ready Storage Program Manager Business Development Team
  • Jason Wildt – EMEA Program Manager
  • Marco Spoldi – Business Development Manager StorageWorks Division – Chairman of SNIA Europe Italy
  • Fabrizio Zazzeri – HP Storage Services
  • Antonio Rolli – ISS Product Marketing Manager

Mediante una serie di emails siamo stati messi in contatto e contattati dai commerciali di HP Milano e abbiamo preso un appuntamento in sede HP a Milano per valutare le offerte e le opportunità dei servizi onDemand HP.

Nella riunione, durata diverse ore, con Fabrizio Zazzeri, abbiamo esplorato e compreso le offerte commerciali delle soluzioni onDemand denominate :

URS – Utility Ready Storage

USS – Utility Sourcing Services

La URS e’ un servizio onDemand orientato solo allo spazio fisico dei dati, il concetto alla base e’ avere un ottimo hardware in casa di proprietà di HP, controllato in tutto direttamente da HP, con una percentuale di spazio disco sempre disponibile. Hp controlla lo stato d’uso dello spazio ed interviene fisicamente ed autonomamente per aggiungere dischi o per interventi hardware. Pertanto esistono costi fissi e costi variabili, i costi fissi sono relativi alle attività di HP di amministrazione, monitoring e fatturazione.I costi varibili sono legati ai GB di spazio utilizzato.

La USS e’ una soluzione sempre onDemand ma orientata ad una infrastruttura completa,
nel senso di server, networking e storage e soluzioni software gia preconfezionate (es. SAP,EXCHANGE,DYNAMICS). Anche qui il concetto e’ legato a costi fissi e costi variabili.

Purtroppo entrambe le soluzioni sono ottime solo per grosse realtà generalmente per un uso interno; i costi fissi sono paragonabili all’acquisto del materiale.

Ci siamo allora orientati su normali offerte commerciali di leasing o acquisto ed abbiamo stilato la lista del materiale minimo occorrente. Nel caso specifico abbiamo valutato il seguente materiale :

Storage : EVA4100 starter kit (2 controller, 1 enclosure, 8 dischi)

Enclosure Blade : BladeSystem c-Class c7000 Enclosure con Virtual Connect Ethernet opt kit e Virtual Connect FC opt kit

Server Blade : Blade BL480c con connettività in fibra ed ethernet 48 GB 2 CPU, oppure BL460c connettività fibra ed ethernet 32 GB 2 CPU, con integrato l’hypervisor ESX3i

Successivamente abbiamo avuto una simpatica e stimolante chiacchierata con Antonio Rolli che ci ha poi fornito le stime dettagliate dell’hardware Blade e ci ha assicurato grosse percentuali di sconto.

Purtroppo la logica dei blade, affascinantissima utilissima con notevoli vantaggi a tutti i livelli, consumi energetici, ridondanza, connettività interna, etc, costituisce per una impresa che nasce con la logica di dover essere sempre in crescita. un continuo investimento a gradini, in quanto il peso percentuale dell’enclosure blade sul costo totale (blade system pieno) e’ di circa il 25%.

Inoltre non ci e’ possibile approfittare del leasing in quanto la finanziaria richiede un minimo di tre anni di attività depositate.

Pertanto le interessanti offerte ed occasioni ricevute saranno attentamente considerate.

Be Sociable, Share!

Related Articles

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *